In merito all’oggetto, il personale scolastico che ritenga di trovarsi in situazione di salute “fragile” rispetto a patologie preesistenti e al rischio di esposizione a contagio, che potrebbero determinare, in caso di infezione da Covid-19, un esito più grave o infausto, deve darne comunicazione scritta e documentata al Dirigente scolastico affinchè possa assicurare, con il supporto del Medico competente, la sorveglianza sanitaria eccezionale, a tutela del lavoratore interessato.

Non configurandosi alcun automatismo fra caratteristiche anagrafiche e di salute del lavoratore e sua condizione di fragilità, occorre procedere alla valutazione di ciascun singolo caso;
spetta al lavoratore farsi parte diligente per l’attivazione delle tutele disposte dall’articolo 83, Decreto-Legge 34/2020, segnalando e documentando al datore di lavoro l’eventuale propria fragilità rispetto alla pandemia in corso, in generale dovuta a situazioni cliniche non correlabili all’ordinaria attività professionale di cui, pertanto, il datore di lavoro medesimo non è tenuto ad essere a conoscenza;
il datore di lavoro coinvolge il medico competente per la valutazione della condizione di fragilità del lavoratore;
il Medico competente, a seguito delle proprie valutazioni e della documentazione di cui sopra prodotta dal lavoratore, suggerisce al datore di lavoro le eventuali ulteriori misure di precauzione specifiche; questo fino al termine dell’emergenza connessa alla pandemia da COVID-19.

Si precisa infine che, per effetto del disposto dell’art. 263 del D.L. 19 maggio 2020, n. 34 (convertito con modificazioni dalla L. 17 luglio 2020, n. 77), un eventuale giudizio di inidoneità alla mansione adottato dal Medico competente, anche in via temporanea, non dà diritto all’esonero dal servizio ed è pertanto equiparato a malattia qualora il rapporto di lavoro non possa proseguire in modalità di lavoro agile.

La Dirigenza si riserva di fornire tempestivamente eventuali ulteriori aggiornamenti su procedure e gestione casi specifici che dovessero pervenire dall’Amministrazione centrale.

logoConvitto Nazionale Statale "Rinaldo Corso"

Ufficio Relazioni Pubblico

Via Bernieri, 8
42015 CORREGGIO (RE)
Tel.: +39 0522 692318
Fax: +39 0522 631844
mail: REVC01000A@istruzione.it
PEC: REVC01000A@pec.istruzione.it
Convitto Nazionale
Codice meccanografico: REVC01000A
Codice fiscale: 80014070355
Fatturazione elettronica: UFUCU5
IPIA e scuole annesse al Convitto
Codice meccanografico: RERI070003
Codice fiscale: 91090970350
Fatturazione elettronica: CKIBXH

© 2018 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.0.0